Offrire un servizio per il benessere dell’animale e del padrone

Le malattie dermatologiche, anche se raramente sono pericolose per la vita dell'animale, possono essere frustranti sia per il proprietario che per il medico veterinario. In particolare, le malattie associate a prurito come le allergie alimentari e ambientali possono rappresentare una sfida diagnostica e terapeutica


Visita dermatologica

Le metodiche diagnostiche che possono essere effettuate durante la visita dermatologica sono elencate di seguito:

Tipi d'intervento:

  • Esame citologico delle lesioni cutanee (papule, pustole, noduli, scaglie, cerume ed essudati)
  • Esame microscopico del pelo e del cerume
  • Biopsia cutanea per l'esame istologico
  • Esami colturali per batteri e per dermatofiti

Test per le allergie
  • Ricerca di IgE allergene specifiche nel siero
  • Tra le indagini diagnostiche offerte dal Centro Specialistico Veterinario sono inclusi anche il test sierologico per la diagnosi delle allergie di natura ambientale.

Per il corretto svolgimento delle analisi è consigliata la sospensione:
  • degli antistaminici da almeno 2 settimane
  • degli acidi grassi essenziali da almeno 2 settimane
  • dei cortisonici e della ciclosporina da almeno 4 settimane

Dermoscopia

La dermoscopia è una tecnica diagnostica non invasiva che permette di osservare in vivo la cute e le strutture immediatamente sottostanti la superficie cutanea ingrandite di 10 volte.
Questa tecnica diagnostica è già ampiamente utilizzata nell’uomo per lo studio in vivo delle neoformazioni cutanee melanocitarie e non. La sua applicazione nella diagnosi precoce e nel monitoraggio terapeutico di neoplasie cutanee del cane e del gatto è uno dei progetti di ricerca che la dott.ssa Scarampella sta conducendo in collaborazione con gli specialisti oncologi del centro.

Esame video-otoscopico

L’esame video-otoscopico migliora e ottimizza la visualizzazione del condotto uditivo, della membrana e della bolla timpanica rispetto all’esame otoscopico classico. Esso permette una pulizia più profonda e accurata del condotto e della bolla timpanica, la raccolta di campioni di essudato per l’esame batteriologico ed eventuali prelievi bioptici.
Spesso questa tecnica consente la risoluzione di otiti croniche che altresì finirebbero per essere destinate alla terapia chirurgica.

Trattamento con laser CO2

Il trattamento con il laser CO2 trasforma l’energia della luce in calore determinando la distruzione delle cellule agendo sul loro contenuto d’acqua. La metodica, detta fototermolisi, è molto precisa e non invasiva lasciando perfettamente intatti i tessuti adiacenti. Molte sono le indicazioni per l’utilizzo di questo tipo di laser chirurgico che consente precise vaporizzazioni anche in zone particolarmente delicate come la zona perioculare e l’orecchio esterno; fra queste: cheratosi attiniche, placche virali, iperplasie sebacee, cistoadenomatosi apocrine e papillomi, nonché noduli interdigitali refrattari alla terapia medica.

Preparazione alla visita
Nessun lavaggio da almeno 7 giorni

Se possibile, è meglio non lavare l’animale per almeno 7 giorni prima della visita, in modo che sia possibile valutare accuratamente le lesioni cutanee.

Animale digiuno

È opportuno portare l’animale a digiuno, nel caso in cui si debba effettuare un prelievo di sangue.

Caratteristiche e durata

Appuntamento unico per visita, esami ed esiti.

Durata

La visita dura circa un'ora di tempo.

Procedure
Durante la visita

Chiediamo informazioni circa lo status dell'animale, lo visitiamo ed eseguiamo i primi accertamenti ritenuti opportuni.

Spieghiamo al padrone gli esiti, gli eventuali accertamenti e le terapie da seguire.

Comunicazione degli esiti al veterinario referente.

Dopo la visita, il Medico Veterinario referente sarà contattato telefonicamente o tramite e-mail. Verrà informato dell’esito della visita dermatologica, degli eventuali ulteriori accertamenti diagnostici e della terapia necessaria.